PICCOLO SPEDALE

Azienda Pubblica Servizi alla Persona

Pieve Tesino

Dati sui pagamenti

sottosezioni

Sottosezioni

Cursor Icon
Albo
Pretorio
Folder Icon
Cursor Icon
Amministrazione
Trasparente
Bank Icon
Cursor Icon
Amministrazione
Aperta
Cursor Icon
Cursor Icon
Carta
dei Servizi
Book Icon
Cursor Icon
Prevenzione della
Corruzione
Ban Icon

Contenuto dell’obbligo

Il neo-introdotto art. 4 bis d.lgs. 33/2013 ha imposto nuovi oneri informativi in materia di utilizzo delle risorse pubbliche. Con specifico riguardo agli obblighi di pubblicazione nell’area “Amministrazione trasparente”, il co. 2 prevede che ogni Amministrazione renda disponibili – in questa nuova sotto-sezione – “i dati sui propri pagamenti e ne permette la consultazione in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all’ambito temporale di riferimento e ai beneficiari.” In difetto di diverse indicazioni rinvenibili nella l.r. di riferimento, si deve ritenere che tali indicazioni trovino applicazione anche con riferimento alle APSP. L’ANAC – con la già citata del. n. 1310 d.d. 28 dicembre 2016, p. 17 – nell’auspicare un intervento chiarificatore del Legislatore in ordine alla precisa portata di tale obbligo, ha comunque ritenuto di fornire alcune prime indicazioni. “Ai fini della individuazione della “tipologia di spesa sostenuta” – chiarisce ANAC – “è opportuno, per il momento, che ciascuna Amministrazione si riferisca alle seguenti tipologie di spesa, in quanto afferenti a risorse tecniche e strumentali strettamente connesse al perseguimento della propria attività istituzionale:
A) Uscite correnti
– Acquisto di beni e di servizi
– Trasferimenti correnti
– Interessi passivi
– Altre spese per redditi da capitale
– Altre spese correnti
B) Uscite in conto capitale
– Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni
– Contributi agli investimenti
– Altri trasferimenti in conto capitale
– Altre spese in conto capitale
– Acquisizioni di attività finanziarie
Per ciascuna di tali tipologie di spesa, l’Amministrazione individua la natura economica delle spese e pubblica un prospetto con i dati sui propri pagamenti, evidenziando i nominativi dei “beneficiari” e, quale “ambito temporale di riferimento”, la data di effettivo pagamento. In assenza di una specifica indicazione normativa, ad avviso dell’Autorità, la cadenza di pubblicazione è opportuno sia in fase di prima attuazione semestrale e poi almeno trimestrale.”

RIFERIMENTI NORMATIVI

Art.4-bis,c.2, Dlgs. n.33/2013

Dati sui pagamenti LUGLIO – DICEMBRE 2017

 

Cartella documenti Anno 2018 
Cartella documenti Anno 2019 
Cartella documenti Anno 2020 
Torna in alto